Conferenza di Elisabetta Bacchereti
Martedì - 20 Marzo 2018 10:32     News visitata:520     A+ | a-

Il mito di Matilde di Canossa nella letteratura italiana

Matilde, “magna comitissa” di Canossa, grancontessa di Tuscia, vicaria imperiale e viceregina d’Italia, è stata assoluta protagonista nei confusi tempi della lotta per le investiture tra Impero e Papato, tra XI e XII secolo. Schierata a fianco di Gregorio VII nella contesa con l’imperatore Enrico IV, infrangendo il vincolo del vassallaggio feudale, polverizzando la posizione di subalternità della donna nella società nobiliare del Medioevo, fu reggitrice e amministratrice di un territorio esteso dall’Emilia alla Toscana, mediatrice in occasione della proverbiale “umiliazione” del re Enrico a Canossa, guerriera in difesa del Papato, fondatrice e sostenitrice di monasteri, chiese, luoghi di culto. Ben presto la sua vicenda storica ed umana si è radicata, oltre la storiografia, nella dimensione dell’immaginario collettivo, assumendo connotati mitici in opere letterarie e in leggende popolari, attraversando indenne i secoli, dal poema in esametri latini Vitae Matildhis del monaco benedettino Donizone (1115) alla Divina Commedia e alla novellistica trecentesca, dalla poesia encomiastica e l’aneddotica seicentesca alla rivisitazione in chiave romantica e neoguelfa, fino alle più recenti biografie più o meno romanzate, e all’ originale progetto musicale di due contest album a lei dedicati, Canossaland e Leggende.

COMMENTI (0)
Leave a Comment
* Nome
* Email (will not be published)
*
Please, type the capital of United Kingdom below to prove you are not a spambot?
*
* - Campi obbligatori