Conferenza di Roberto Bianchi
Lunedì - 11 Febbraio 2019 21:27     News visitata:48     A+ | a-

Empoli nella crisi del dopoguerra e i “fatti” del primo marzo 1921

Venerdì 1 marzo 2019, alle ore 17:00 presso la sala delle Adunanze della Misericordia di Empoli (Via Cavour, 34 – 35)

 

 I “fatti del 1921” furono un evento di rilevanza nazionale per l’affermazione del fascismo. Un episodio per molti aspetti atipico, ma esemplare per capire le ragioni e le modalità dell’ascesa squadrista, i rapporti tra Fasci di combattimento, forze liberali e istituzioni periferiche, come pure le origini dell’antifascismo in una zona dove gli omicidi di quel giorno, le violenze lo avevano preceduto e la repressione che ne seguì avrebbero rappresentato il momento fondativo di una certa identità antifascista, capace di protrarsi in età repubblicana, e un tema che sarebbe costantemente riemerso nel dibattito pubblico fino a tempi recenti. Fu un evento tragico, denso di conseguenze e significati simbolici, subito considerato tipico di una “barbarie rossa” da domare e annientare, o valutato – all’opposto – come esempio di un’auspicata risposta armata contro il mussolinismo.

A quasi un secolo di distanza, e con solide ricerche a disposizione, oggi possiamo tornare a riflettere su un capitolo importante della storia del primo dopoguerra in Toscana, collocato fra la Prima guerra mondiale, le grandi speranze giunte con la pace e gli anni di costruzione del regime.

 
COMMENTI (0)
Leave a Comment
* Nome
* Email (will not be published)
*
Please, type the capital of United Kingdom below to prove you are not a spambot?
*
* - Campi obbligatori