La Società storica empolese nasce il 26 settembre 2015, con lo scopo di operare in funzione di una migliore conoscenza della storia di Empoli e del suo territorio. La Società intende lavorare per arricchire il panorama delle istituzioni culturali che hanno come riferimento lo studio, condotto con metodo scientifico, delle radici della città e di tutta l’area circostante, nonché l’indagine su qualsiasi avvenimento e personaggio che abbia caratterizzato l’Empolese nel corso dei secoli.

Membri della Società possono essere studiosi professionali e interessati alla storia cittadina da molteplici punti di vista. Scopi e obiettivi principali della Società sono l’individuazione, il censimento, la raccolta e – quando possibile – l’acquisizione di tutte le fonti documentarie e materiali sulla storia di Empoli e del territorio per renderle pubbliche e diffonderle in modalità analogica e digitale. La Società promuove, inoltre, studi scientifici originali inerenti la storia della città e del territorio in ogni campo disciplinare, in collaborazione con le università toscane e con ogni altra istituzione culturale e di ricerca, italiana e di ogni altra nazione, divulgandone il risultato tramite stampa e tramite web, compresi i social network.

La Società intende favorire l’incontro e il collegamento tra studiosi della storia di Empoli e dell’Empolese, incoraggiando lo studio della realtà locale all’interno del paradigma internazionale e nazionale, e attraverso la costituzione di un luogo culturale condiviso, ampio e aperto, in cui ciascuno possa confrontarsi con altri studiosi e interessati al tema, partecipando informazioni e conoscenze. La Società vuole offrire la possibilità di mettere in relazione persone e associazioni che operano sul territorio con finalità simili, rispettandone le finalità, l’individualità e l’autonomia. La Società storica empolese si configura, pertanto, anche come aggregatore aperto alle associazioni esistenti sul territorio, alle biblioteche e agli archivi pubblici e privati, ai singoli studiosi, incoraggiando la conoscenza e il coordinamento delle ricerche svolte e in corso, in modo da offrire un servizio informativo e documentario alla Città di Empoli e al territorio dell’Empolese.


 

 

Siamo lieti di annunciare che sono arrivate le prime bozze degli atti del convegno sull’incastellamento di Empoli nel 1119, editi dalla casa editrice L.S. Olschki di Firenze, una delle più prestigiose in Italia; il volume uscirà presumibilmente a settembre/ottobre 2020 e raccoglierà gli interventi, rielaborati, presentati nel marzo 2019 da docenti universitari e studiosi locali; vi è una presentazione del sindaco Brenda Barnini, del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e del presidente della Società storica empolese Mauro Guerrini; la cura scientifica è di Francesco Salvestrini, docente di storia medievale all’Università di Firenze. 

 


Vi ringraziamo per la partecipazione così numerosa e calorosa alle attività della Società Storica Empolese e vi invitiamo a rinnovare la tessera per anche per il 2020

 


Le nostre attività